Salta al contenuto

Contenuto

Il Programma metropolitano di rigenerazione è lo strumento attraverso il quale le risorse del Fondo perequativo metropolitano sono riconosciute annualmente ai Comuni e alle Unioni per finanziare interventi di rigenerazione urbana sui propri territori. Il Fondo perequativo si alimenta grazie al versamento da parte dei Comuni del 50% degli oneri di urbanizzazione secondaria e del contributo straordinario incassati relativamente alle trasformazioni negli ambiti di rilievo metropolitano e che consumano suolo. Nello specifico per il 2023 le risorse disponibili per tutto il territorio metropolitano ammontano a circa 2,3 milioni di euro. La Città Metropolitana ha reso pubblica la graduatoria dei progetti finanziati Venerdì 1 Dicembre sulla base delle istruttorie delle domande ricevute. Su 51 progetti pervenuti e ammessi, sono stati finanziati 15 progetti.

Il Nuovo Circondario Imolese ha presentato una proposta unitaria con tre progetti che sono risultati tutti ammessi e finanziati posizionandosi nei primi 4 posti della graduatoria. Il costo complessivo dei 3 interventi ammonta a 489.627,79 euro di cui 459.627,79 € finanziati da Città Metropolitana di Bologna.

Il progetto presentato dal Nuovo Circondario Imolese dal titolo “La Vallata del Santerno. Insieme per la rigenerazione ambientale e sociale” riguarda la rigenerazione di tre importanti edifici pubblici ubicati all’interno dei Comuni della Vallata del Santerno (Palazzo Alidosi di Castel del Rio, Scuola Mengoni di Fontanelice e Palazzo Manusardi di Casalfiumanese) con l’obiettivo primario di incrementare l’efficientamento energetico.

RIGENERAZIONE ENERGETICA DI VILLA MANUSARDI CASALFIUMANESE

Per l’intervento di rigenerazione di Villa Manusardi si prevede l’installazione di un sistema di regolazione e controllo dell’impianto termico VTS, la sostituzione degli infissi su tutti i piani, la posa di isolamento termico all’estradosso del sottotetto voltato ed il rifacimento dei cartongessi nelle aule del piano secondo con contestuale isolamento termico degli stessi. L’intervento consentirà di ridurre l’indice di prestazione energetica del 21%.

L’intervento di rigenerazione proposto consentirà di rigenerare energeticamente la Villa ma anche di accompagnare tale intervento con una valorizzazione più complessiva dell’immobile e con un incremento di servizi in essa contenuti. Nello specifico, grazie alla rigenerazione energetica dell’edificio, si intende favorire il confronto intergenerazionale degli utenti della villa (bambini scuola infanzia, giovani e anziani frequentatori della biblioteca) attraverso una serie di laboratori di sensibilizzazione sul risparmio energetico e di realizzazione di video sulla storia della Villa con specifico riferimento alla figura di Rosa Manusardi che ebbe un ruolo fondamentale nella comunità di Casalfiumanese nel diffondere l’importanza dell’istruzione. Infine si prevede di investire risorse proprie per l’acquisto di biciclette elettriche ed una colonnina per la ricarica elettrica delle biciclette, che verranno gestite grazie alle Associazioni locali, attraverso cui favorire la mobilità dolce fra i Comuni e incrementare allo stesso tempo l’attrattività turistica dei Comuni della Vallata coerente allo sviluppo del turismo slow.

Costo complessivo intervento: 178.770,75 €

Le dichiarazioni

Marco Panieri, Presidente del Nuovo Circondario Imolese: “Il programma di rigenerazione urbana della Città metropolitana rappresenta una grande opportunità per favorire interventi in quelle aree del territorio che hanno indici di fragilità più elevati. Per questo come Circondario abbiamo privilegiato tre interventi in tre Comuni della Vallata del Santerno sui quali avevamo lavorato già nel corso del 2023 per produrre, grazie al coinvolgimento di Bryo Spa, degli studi di fattibilità tecnico economici. Siamo molto orgogliosi che i nostri tre interventi si siano classificati fra i primi quattro in graduatoria. I progetti che verranno realizzati riguardano tre edifici storici, di alto valore simbolico, ed è per questo che riteniamo possano rappresentare uno stimolo anche per favorire interventi in ambito privato sul territorio in linea con quanto previsto dal PAESC del NCI e dal PUG che i Comuni hanno appena assunto”.

Beatrice Poli, Sindaca di Casalfiumanese e delegata alla Vallata: “Si tratta di una progettualità che valorizza lo spirito unitario della Vallata del Santerno e più in generale del Nuovo Circondario Imolese. Il finanziamento ottenuto non prevede solo interventi a carattere energetico ma una serie di azioni concrete per valorizzare il turismo lento, la mobilità sostenibile e il confronto tra i principali fruitori degli immobili. Ogni volta che si presenta una nuova progettazione è importante tenere conto degli utilizzatori finali, creando attorno ad interventi tecnici momenti di partecipazione per affrontare insieme le sfide del domani su territori fragili ma allo stesso tempo ricchi di potenzialità”.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Assistenza agli organi istituzionali

Ultimo aggiornamento: 15-12-2023, 11:12