Salta al contenuto

Contenuto

Il Nuovo Circondario Imolese, tramite i propri Comuni, ha aderito all’iniziativa europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia. L’obiettivo è quello di ridurre le emissioni di CO2 da consumi finali di energia del 55% al 2030 rispetto all’anno di baseline – che per il Nuovo Circondario Imolese è il 2010 – e di attivare azioni per diminuire gli effetti dei cambiamenti climatici già in atto: obiettivi ambiziosi che le Amministrazioni Comunali si sono volontariamente prefissate per dare un contributo alla sfida climatica globale.

Lo strumento attraverso il quale raggiungere questi obiettivi è il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) ed è costituito da quattro parti:

  1. L’INVENTARIO BASE DELLE EMISSIONI (BEI), che fornisce informazioni sulle emissioni di CO2 attuali e future del territorio comunale, quantifica la quota di CO2 da abbattere, individua le criticità e le opportunità per uno sviluppo energeticamente sostenibile del territorio e le potenzialità in relazione allo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili;
  2. Le AZIONI DI MITIGAZIONE al 2030 che individuano le attività che l’Amministrazione intende portare avanti al fine di raggiungere gli obiettivi di riduzione della CO2 definiti nel BEI;
  3. La VALUTAZIONE DELLE VULNERABILITÀ e dei rischi legati al cambiamento climatico del territorio di competenza dell’ente locale;
  4. Le AZIONI DI ADATTAMENTO al 2030 che individuano le attività che l’Amministrazione intende portare avanti al fine di aumentare la resilienza del territorio.

I Comuni del Nuovo Circondario Imolese hanno approvato il PAESC nel 2021, individuando:

  • 25 azioni di mitigazione per ridurre le emissioni pro capite del 55% al 2030
  • 14 azioni di adattamento per accrescere la propria resilienza ai cambiamenti climatico.

Clicca qui per scaricare il PAESC

Monitoraggio qualitativo 2024

Nello svolgimento del monitoraggio è emerso che tutte le 25 azioni di mitigazione programmate sono in corso, non risultano azioni completate, posticipate o non avviate.

Per quanto riguarda le azioni di adattamento, oltre alle 14 azioni inserite nel PAESC e a seguito degli eventi estremi di maggio 2023 che hanno coinvolto tra gli altri il territorio del Nuovo Circondario Imolese è stata definita una nuova azione per un totale di 15 azioni di adattamento.

Delle 15 azioni di adattamento inserite nel PAESC, a dicembre 2023, 14 risultano in corso e 1 posticipata.

Clicca qui per scaricare la Relazione di monitoraggio

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Piazza Armando Cavalli, 15

40020 Casalfiumanese

Ultimo aggiornamento: 04-07-2024, 15:38