Salta al contenuto

Contenuto

Dopo l’esito positivo avuto nel 2023 dalla prima edizione del Nuovo Forno del Pane Outdoor Edition, il Comune di Bologna e la Città metropolitana di Bologna rinnovano l’impegno per sostenere il progetto della residenza artistica diffusa nei sei Distretti culturali dell’area metropolitana. Nato dall’innovativa esperienza del Nuovo Forno del Pane, promossa nel 2020 dal MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna per supportare la comunità artistica durante l’emergenza Covid-19 offrendo loro uno spazio di ricerca e produzione, il Nuovo Forno del Pane Outdoor darà anche quest’anno ai sei candidati e candidate, selezionati tramite avviso pubblico, la possibilità di sviluppare progetti artistici individuali e condivisi interagendo con il territorio in cui saranno ospitati.

Artiste e artisti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, domiciliati in Italia, senza vincoli di cittadinanza o residenza, con una recente e documentata attività nell’ambito delle arti visive contemporanee, sono invitati a partecipare alla selezione per il Nuovo Forno del Pane Outdoor Edition 2024. L’avviso è disponibile nell'Albo Pretorio online del Comune di Bologna, sul sito internet del Comune di Bologna, nella sezione Bandi ed Avvisi Pubblici, sul sito del MAMbo, nella sezione News, e sul sito del Nuovo Forno del Pane.

Si può inviare la propria candidatura, con tutta la documentazione richiesta, entro e non oltre le ore 12.00 di giovedì 21 marzo 2024.

Le artiste e gli artisti verranno selezionati sulla base della documentazione presentata; particolare peso avranno il portfolio, la lettera motivazionale e l’idea progettuale che verrà valutata in base a fattibilità, originalità e impatto della proposta sul sistema culturale metropolitano.

Le candidature saranno esaminate da una Commissione presieduta dal Responsabile dell’Area Arte Moderna e Contemporanea del Settore Musei Civici Bologna e composta da membri esperti interni allo staff del MAMbo.

Alle artiste e agli artisti selezionati sarà offerto uno spazio di lavoro in cui operare, secondo le modalità previste da ciascun ente, tra il 29 aprile e il 28 luglio 2024, all’interno delle seguenti strutture individuate nei comuni dell’Area metropolitana di Bologna: Istituzione Villa Smeraldi - Museo della Civiltà Contadina a Bentivoglio (Distretto culturale Pianura Est); Fienili del Campiaro a Grizzana Morandi (Distretto culturale Montagna); Casa Quadrilumi a Imola (Distretto culturale Imolese); INAF-OAS/Stazione Astronomica a Loiano (Distretto culturale Savena-Idice); Casa Vallarmà a Madonna di Rodiano, Valsamoggia (Distretto culturale Reno Lavino Samoggia); Studio di decorazione di Nives Storci a Sant’Agata Bolognese (Distretto culturale Pianura Ovest). Inoltre, a ciascun artista o collettivo selezionato sarà garantito un alloggio nei comuni di riferimento ed erogato un incentivo di 3.000 euro lordi per l’avvio dell'attività di ricerca ed eventuale produzione.

Durante il periodo di residenza, le artiste e gli artisti saranno coinvolti in approfondimenti dedicati alle loro ricerche individuali divulgati e promossi tramite i canali di comunicazione dei soggetti coinvolti nel Nuovo Forno del Pane Outdoor Edition 2024, mentre le opere e i progetti eventualmente prodotti rimarranno di loro proprietà. La rete dei Distretti culturali sarà parte attiva nella costruzione occasionale di scambio e collegamento con il territorio.

Ai sei selezionati verrà richiesto: di permanere continuativamente nella struttura assegnata per tutti i tre mesi di residenza; la disponibilità a spostarsi con propri mezzi e a proprie spese; di collaborare con lo staff del MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna, e con le strutture ospitanti per la migliore riuscita dell'iniziativa, partecipando agli incontri, alle attività e alle interviste eventualmente programmati dal museo; di collaborare con le altre artiste e artisti coinvolti nel progetto favorendo scambi di competenze teoriche e pratiche al fine di creare durante il lungo periodo di residenza un clima partecipativo e produttivo; di partecipare alla co-progettazione di attività teoriche e pratiche finalizzate all’autoformazione e all’ampliamento delle proprie competenze; di mettere a disposizione immagini e testi liberi da diritti per le attività di comunicazione e per l’eventuale pubblicazione di un catalogo al termine del progetto.

L’edizione 2024 dell’iniziativa riconferma l’identità visiva del 2023 che, ideata da Giulio Ferrarella, trae ispirazione dalle ciminiere dell’edificio Ex Forno del Pane, oggi sede del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, e alimenta, a livello simbolico, l’idea di produzione e condivisione che sta alla base del progetto.

"La decisione di realizzare una seconda edizione metropolitana del Nuovo Forno del Pane Outdoor Edition – e quindi di continuare a tessere il percorso iniziato l’anno scorso a livello metropolitano – sottolinea e rafforza la linea culturale che stiamo portando avanti, di sostegno alla nuova creatività, offrendo spazi di residenza nella unicità di luoghi metropolitani e sostegni per l'avvio di processi artistici nella relazione con le comunità – dichiara Elena Di Gioia, delegata alla Cultura di Bologna e Città metropolitana – La politica ha bisogno di continuità per essere radicata e la linea delle residenze d'artista nella politica culturale metropolitana è uno degli assi strategici individuati per dare voce e sostegno ad artisti e artiste e per rafforzare l'area metropolitana, nella bellezza dei luoghi culturali e paesaggistici che contiene, come città artistica e culturale allargata, capace di attrarre e accogliere talenti artistici. I diversi ambiti disciplinari che caratterizzano quest’anno i luoghi di residenza vanno dalla scienza, alla tessitura fino all’architettura e ai laboratori creativi sperimentali, arrivando anche a toccare i luoghi del maestro Giorgio Morandi all'interno della attenzione metropolitana strategica che stiamo ponendo. Sono certa che questa edizione in crescita, frutto della preziosa collaborazione e condivisione con i Distretti Culturali e i comuni ospitanti e la competenza di Lorenzo Balbi e del MAMbo, segnerà un passo importante per i nostri territori e per la creatività che li abiterà in residenza ".
“Nuovo Forno del Pane Outdoor 2024 – dichiara Eva Degl’Innocenti, Direttrice del Settore Musei Civici Bologna – permette di valorizzare le ricerche artistiche più contemporanee, confermando la forte identità culturale e creativa del territorio della Città metropolitana di Bologna e contribuendo alla creazione del sistema museale metropolitano”.
“L’importanza di un progetto si riscontra quando questo riesce ad avere una continuità e quando dopo la sua prima edizione aumenta il numero di partner, soggetti e istituzioni coinvolti – dichiara Lorenzo Balbi, direttore del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna – Questo è il caso del Nuovo Forno del Pane Outdoor Edition che, per questa seconda edizione, riesce ad allargare la propria rete di comuni coinvolti con l’obiettivo di offrire alle artiste e agli artisti che arriveranno nella Città metropolitana di Bologna un’esperienza di relazione con un territorio creativo unico e di grande ispirazione per lo sviluppo dei loro progetti”.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Piazza Armando Cavalli, 15

40020 Casalfiumanese

Ultimo aggiornamento: 08-03-2024, 07:03