Salta al contenuto

Contenuto

La Regione Emilia Romagna

INFORMA

che anche per tutto il 2023 è autorizzata per soli usi individuali per uso familiare (personale e domestico) la raccolta manuale del legname caduto in alveo o trasportato in prossimità delle sponde in aree demaniali del reticolo idrografico dei fiumi:
Senio e Santerno e loro affluenti e rii minori, previa comunicazione scritta indirizzata a:

Ufficio Territoriale Sicurezza Territoriale e Protezione Civile Ravenna - Sede Lugo - , via Giardini, 11 48022 - Lugo - tel. 0545 34330
per i comuni del Territorio Ravennate e Bolognese

oppure via email agli indirizzi:

e per conoscenza al Comune territorialmente interessato.

Nella comunicazione si dovrà indicare:

  • il nominativo del richiedente e il relativo indirizzo e numero di telefono;
  • il corso d’acqua, la località e il tratto interessato, con specifica della lunghezza in metri o estensione areale;
  • il periodo in cui si svolgerà la raccolta.

La modalità di raccolta dovrà essere esclusivamente per uso familiare (personale e domestico) e dovrà rispettare le seguenti prescrizioni:

  • Il presente provvedimento si intende riferito a tutti i corsi d’acqua ricadenti nei bacini idrografici della Provincia di Ravenna, Forlì-Cesena e Bologna di competenza dello scrivente Ufficio Territoriale ad esclusione dei tratti arginati;
  • il prelievo deve riguardare legna fluitata già sradicata (è escluso il taglio di piante morte, secche o deperienti in piedi o adagiate, ma ancora radicate) per un quantitativo non superiore a 250 quintali annui, e deve essere finalizzato all’autoconsumo senza fini di lucro;
  • l’attività può essere svolta con l’ausilio di mezzi di trasporto utilizzando esclusivamente la viabilità e gli accessi già presenti senza comportare modifiche o alterazioni dello stato dei luoghi e, comunque, senza accedere all’alveo con i mezzi a motore;
  • per l'accesso alla zona di intervento dovranno essere utilizzate le piste e strade esistenti e non dovrà essere assolutamente alterato lo stato dei luoghi;
  • il taglio delle piante cadute, per ridurne le dimensioni, potrà essere eseguito unicamente mediante motosega o altro strumento di taglio manuale;
  • la raccolta del legname dovrà comprendere anche l'allontanamento della ramaglia connessa;
  • dovranno essere adottati tutti gli accorgimenti necessari per garantire la sicurezza degli operatori e della pubblica incolumità con particolare riguardo alla presenza di piene improvvise;
  • tutte le attività inerenti e conseguenti la raccolta saranno a totale carico di coloro che eseguono la raccolta medesima;
  • la presente vale unicamente per gli aspetti idraulici indipendentemente dalle autorizzazioni che pos-sono venire richieste da altre Amministrazioni interessate;
  • il risarcimento per eventuali danni che venissero arrecati nel corso di tale raccolta saranno a totale carico degli esecutori della raccolta medesima;
  • per le aree ricadenti all’interno del sistema regionale delle aree protette dovrà essere acquisito pre-ventivamente all’inizio dei lavori il parere dell’Ente competente.

Restano invariate le modalità di autorizzazione per la manutenzione di porzioni di pertinenze demaniali per le quali i proprietari confinanti intendono procedere al taglio selettivo di vegetazione arborea e arbustiva, che questo Servizio rilascia con Determinazione Dirigenziale a seguito di apposita specifica domanda ai sensi del Regio Decreto 523/1904.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Ultimo aggiornamento: 18-12-2023, 12:12