Tu sei qui: Home / Notizie / Notizie / Comunicazione di avvio procedimento per rinnovo della concessione per il commercio su area pubblica e la vendita diretta dei prodotti agricoli nonché per le attività artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande e vendita della stampa

Comunicazione di avvio procedimento per rinnovo della concessione per il commercio su area pubblica e la vendita diretta dei prodotti agricoli nonché per le attività artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande e vendita della stampa

Avviso Pubblico

La presente comunicazione, ai sensi dell'art. 8 della legge n. 241/90, riguarda la procedura di rinnovo delle concessioni pluriennali per il commercio su area pubblica prorogate, per legge, al 31/12/2020, e oggetto di tacito rinnovo per anni dodici (fino al 31/12/2032). 

Richiamata la Delibera di Giunta Comunale di Casalfiumanese (Bo) N° 140 del 29/12/2020 recante “Rinnovo concessioni di occupazione di suolo pubblico permanenti in scadenza al 31 dicembre 2020”;

In riferimento a:

  • legge n. 205/2017, art, 1, comma 1180;

  • Decreto legge n. 34/2020, recante “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19” art. 181 “Sostegno delle imprese di pubblico esercizio”, comma 4-bis, convertito in Legge n. 77/2020;

  • Legge regionale Emilia Romagna n. 12 del 25/06/1999 recante “Norme per la disciplina del commercio su aree pubbliche in attuazione del Decreto legislativo 31 marzo 1998 n. 114”;

  • DGR Emilia Romagna n. 1835 del 07/12/2020 recante “Definizione delle modalità di rinnovo delle Concessioni di aree pubbliche per l’esercizio di attività commerciali aventi scadenza entro il 31/12/2020, ai sensi dell’art. 181, comma 4-bis, del decreto Legge n. 34, convertito con modificazioni dalla Legge n. 77, delle Linee Guida del Ministero dello Sviluppo Economico rese con Decreto del 25/11/2020”. 

La Delibera Regionale succitata intende ratificare l’attuazione delle linee guida nazionali sui rinnovi, di cui al DM 25/11/2020, relativamente alle concessioni di posteggio (ex decennali) per l'esercizio del commercio su aree pubbliche, la cui scadenza è stata prorogate più volte, da ultimo fino al 31 dicembre 2020. Qualora le concessioni non sono state riassegnate, ai sensi dell'intesa sancita in sede di Conferenza unificata il 5 luglio 2012, (quindi se non già riassegnate tramite bando pubblico e aventi scadenza successiva al 31/12/2020), queste saranno rinnovate d'ufficio senza la necessità che il titolare presenti domanda. 

Sono sottoposte a procedura di rinnovo le concessioni di aree pubbliche finalizzate all'esercizio di: 

  • commercio su area pubblica su posteggio in riferimento a mercati, fiere e posteggi isolati;

  • attività artigianali;

  • somministrazione di alimenti e bevande;

  • attività di rivendita di quotidiani e periodici;

  • vendita diretta da parte dei produttori agricoli; 

e che, inoltre:

  • sono in scadenza il 31 dicembre 2020 e

  • non siano già state riassegnate ai sensi dell’intesa sancita in sede di Conferenza unificata del 05/07/2012. 

  • Sono interessate dalla procedura di rinnovo le aziende titolari delle concessioni, sia che esercitino l’attività direttamente, sia che l’abbiano conferita in gestione ad altre aziende. 

Il procedimento di rinnovo è avviato direttamente d’ufficio dal Comune in cui hanno sede le aree pubbliche oggetto di concessione. L’avvio del procedimento è comunicato al soggetto in favore al quale vanno rinnovate le concessioni, (titolare dell’azienda), sia che conduca direttamente sia che l’abbia conferita in gestione temporanea. In considerazione delle particolari esigenze di celerità del procedimento, essendo concesso dalla Delibera Regionale D.G.R. 1835 DEL 07/12/2020, questo Ente si avvarrà della facoltà di procedere alla comunicazione agli interessati mediante la pubblicazione all’albo pretorio e sul sito istituzionale del Comune di un avviso pubblico. 

Al titolare dell’azienda è richiesta la seguente comunicazione, da trasmette entro 60 giorni dalla pubblicazione della presente, di tutti elementi essenziali e necessari allo svolgimento delle prescritte verifiche spettanti all’Ente procedente, così come previsto dall’Allegato parte integrante – 2 della DGR 1835 del 07/12/2020: 

  • Ragione sociale o denominazione sociale dell’impresa;

  • numero Partita Iva e del Codice Fiscale;

  • estremi dei titoli abilitativi da rinnovare a favore del concessionario;

  • Camera di Commercio delle imprese artigianato ed agricoltura C.C.I.A.A. presso la quale è iscritta l’impresa attiva e la tipologia di attività per cui è stata rilasciata la concessione oggetto del rinnovo. Vedasi a tal riguardo anche quanto richiesto alla lettera d) e successivi di cui al punto 3) dell’Allegato parte integrante – 2 della DGR n. 1835 del 07/12/2020;

  • ove richiesta dalla specifica normativa, qualora non reperibile dalla documentazione consegnata, dichiarazione del possesso dei requisiti professionali stabiliti dal comma 6 – 6 bis dell’art. 77 del D.Lgs 59 del 26/03/2010;

  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000, nel caso di ditta titolare della concessione ma non più attiva presso C.C.I.A.A., indicanti gli elementi impeditivi di cui alla linea guida ministeriale ( punto 4 lettere: a; b; c; d );

  • indicazione delle concessioni delle quali si chiede il rinnovo, qualora sia titolare, nello stesso mercato o nella stessa fiera, di più concessioni di posteggio di quelle stabilite al punto 12 delle linee guida e all’art. 2, comma 2, L.R. n. 12/1999. 

Il termine di conclusione, dei procedimenti di rinnovo delle concessioni, salvo sospensione nei casi previsti dalla legge, è stabilito in sei mesi decorrenti dalla pubblicazione di questo avviso. Sono fatte salve le date entro le quali è possibile la regolarizzazione delle posizioni così come previste dalle linee guida e di seguito specificate. 

Requisiti: 

Affinché il Comune possa dare seguito al rinnovo, è chiamato a verificare determinate condizioni.

Il rinnovo delle concessioni è subordinato alla verifica della sussistenza, alla data del 31/12/2020, dei seguenti requisiti: 

  1. la sussistenza dei requisiti di onorabilità, eventualmente, professionali del titolare (proprietario d'azienda) della concessione in scadenza (punto 11 linee guida ministeriali); 

  1. Iscrizione alla C.C.I.A.A. quale impresa attiva. In relazione alla data in cui occorre verificare il possesso dei requisiti prescritti, è prevista una deroga temporanea solo per l’iscrizione ai registri camerali quale la ditta attiva e solo in due casi specifici: 

  1. Esistenza di una o più delle cause di grave impedimento di cui al punto 4 delle linee guida. Le cause di impedimento dovranno essere comunicate al Comune tramite dichiarazione sostitutiva (tramite PEC) entro la scadenza dei termini previsti per il deposito della documentazione ( 31/03/2021). Si elencano le cause gravi indicate nelle linee guida:

  • malattia certificata;

  • gravidanza e puerperio certificati;

  • assistenza a figli minori con handicap gravi come previsto dall'art. 33 della legge n. 104/92 e dall'art. 42 del d.lgs. n. 151/2001;

  • successione mortis causa in corso di definizione.

In caso di società di persone le suddette cause di impedimento devono riguardare tutti i soci. il dichiarante si impegna ad effettuare l’iscrizione entro il termine di quindici giorni dalla cessazione della causa di impedimento stessa.

Le succitate condizioni devono essere dichiarate mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 con cui si specifica la/le causa/e di impedimento e si impegna ad effettuare la reinscrizione entro il 30 giugno 2021; 

  1. precedente ed integrale cessione in gestione a terzi dell’azienda intestataria delle concessioni: in tal caso, il titolare della stessa, in luogo dell’iscrizione ai registri camerali quale ditta attiva, presenta l’istanza per la reinscrizione secondo le norme vigenti, reinscrizione che poi dovrà perfezionarsi entro il 30/06/2021; 

A partire dal 1° luglio 2021 il Comune effettua le necessarie verifiche presso la C.C.I.A.A. e, in caso di mancata iscrizione quale impresa attiva, non procede al rinnovo della concessione. Si precisa che il mancato rinnovo avrebbe conseguenze negative anche sull'eventuale affittuario che esercita, di fatto, l'attività. E' fatta salva la possibilità dell'acquisto d'azienda da parte del conduttore prima del termine della eventuale decadenza. In questo caso, la verifica sull'iscrizione al registro imprese è spostata sul subentrante; 

  1. La regolarità del titolare (proprietario d'azienda) della concessione in scadenza tramite la verifica della carta di esercizio, ove richiesta, e dell’attestazione annuale in corso di validità oppure con richiesta di rilascio di attestazione per l’anno in corso. 

  1. Nel caso di concessioni di posteggio per l’esercizio dell’attività di commercio su aree pubbliche, il rilascio del nuovo titolo è subordinato alla verifica della sussistenza e della regolarità del DURC, come previsto dalla L.R. n. 1/2011. Il nuovo titolo è in ogni caso rilasciato anche ai soggetti che abbiano ottenuto la rateizzazione del debito contributivo. Relativamente alle attività artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande e di rivendita di quotidiani e periodici, è verificata la regolarità contributiva, del titolare (proprietario d'azienda) della concessione in scadenza, al 30 giugno 2021. 

Nel caso di concessioni di posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, le presenze maturate con il precedente titolo partecipando alle spunte o alle fiere con assegnazione di posteggio in occasione di ciascuna una manifestazione, sono trasferite sul nuovo titolo. Si rimanda in tal caso alla nota del Servizio Regionale competente con prot. PG 2014/212141; 

Si precisa inoltre, che ai sensi delle linee guida approvato con D.M. del 25/11/2020 è stato altresì specificato che la suddetta disposizione è da intendersi applicabile nei confronti degli operatori, in possesso dei requisiti prescritti, che siano rimasti esclusi per non aver presentato domanda di partecipazione alla selezione, oppure per averla presentata tardivamente o con modalità non ammesse. 

L'amministrazione Comunale si impegna ad effettuare velocemente i controlli presso gli Enti competenti. Nelle more del compimento di tutte le operazioni di controllo, l'esercente potrà continuare a sfruttare la concessione. 

Il concessionario che non risulti in possesso di uno più requisiti per il rinnovo o con un numero di concessioni maggiore del limite previsto, sarà notificata una specifica comunicazione, atta a migliore la partecipazione tra le parti al procedimento, finalizzata alla possibile decadenza della concessione. 

Per una migliore ed esaustiva definizione del procedimento, nonché per ogni ulteriore dettaglio, si rimanda alle indicazioni operative emanate dalla Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa della Regione Emilia Romagna avente prot. 14/12/2020 del 0824277.U, oltre all’Allegato “parte integrante-2” della D.G.R. 1835 DEL 07/12/2020, che si allegano alla presente. 

In caso di esito positivo delle verifiche, l'Amministrazione comunale rilascerà al titolare, in via telematica, un'annotazione con la specificazione della nuova scadenza della concessione. 

Si Comunica inoltre che:

  • L’Amministrazione competente per i procedimenti di rinnovo delle concessioni di cui al presente avviso è il Comune di Casalfiumanese (Bo).

  • Il responsabile del procedimento è la dott.ssa Casari Emanuela, in qualità di Responsabile dell’Area Tecnica nonché dello Servizio Sportello Unico Attività Produttive, con Decreto del Sindaco n° 22 del 10/04/2020;

 

Durata del procedimento:

  • Avvio del procedimento entro il 31/12/2020;

  • La comunicazione degli elementi necessari allo svolgimento delle verifiche da parte del Comune devono essere prodotte dai concessionari entro e non oltre il 01/03/2020, ( i termini stabiliti dalla legge devono essere non inferiori a 30 giorni). Il suddetto termine viene stabilito da questo in 60 giorni dall’avvio del procedimento fissato a far data dal 31/12/2020.

  • In attuazione del punto 14 delle linee guida, la Regione Emilia Romagna ha previsto il differimento del termine massimo per il rilascio delle concessioni rinnovate al 30 giugno 2021, consentendo, altresì, agli operatori economici di proseguire l’attività nelle more della conclusione dei procedimenti stessi.

 

Per ulteriori informazioni e per prendere visione degli atti contattare lo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Casalfiumanese tramite e-mail ai seguenti indirizzi:

- mail: urp@comune.casalfiumanese.bo.it;

- mail: emanuela.casari@comune.casalfiumanese.bo.it;

- Tel.0542/666122 – 0542/666223

Per comunicazioni procedimentali usare l'indirizzo PEC: comune.casalfiumanese@cert.provincia.bo.it;

 

Il presente avviso viene pubblico all'albo pretorio per giorni 30, sul sito web comunale e ne verrà data diffusione presso le attività interessate mediante comunicazione PEC alle Associazioni di Categoria. 

Ai sensi del Regolamento (UE) n. 679/2016 e del d.lgs. n. 196/2003, il Comune, quale titolare del trattamento dei dati che verranno forniti in relazione alla procedura di cui al presente avviso, informa che tali dati verranno utilizzati unicamente ai fini della conclusione del presente procedimento finalizzato al rinnovo delle concessioni di pluriennali di suolo pubblico.

Il trattamento dei dati personali sarà effettuato mediante strumenti informatici e telematici in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

pubblicato 30/12/2020 17:48, ultima modifica 30/12/2020 17:48
Contatti

sfondositocontatti1.jpg

URP

Piazza A. Cavalli, 15 - 40020 Casalfiumanese (BO)

TELEFONO

TEL - 0542 666122
TEL - 0542 666223

EMAIL
urp@comune.casalfiumanese.bo.it

 ORARI:

Lun-Mar-Mer-Ven-Sab
     08:30 - 12:00   
Giovedì pomeriggio
    15:00 - 18:00
soltanto su appuntamento preventivamente
concordato con gli uffici

CHIUSI ULTIMO SABATO DEL MESE

 

 

Valuta questo sito